Menu

La pasta con la nduja

pasta con la nduja

Contraddistinto da un gusto molto piccante e da una consistenza morbida, diverse sono le ricette con la nduja che possono essere preparate in breve tempo. Tra i classici più conosciuti, vi è senza dubbio la pasta con la nduja: in queste righe vi illustrerò la ricetta tradizionale, con qualche modifica personale, che a mio parere danno un tocco più raffinato e squisito al piatto.

Profumo di Calabria e bontà genuina, ecco cosa ricorda la nduja, il più famoso insaccato di questa regione.

INGREDIENTI per la pasta con la nduja

Un bel pezzo di nduja calabrese DPC
Un filo d'olio extravergine di oliva
Una cipolla di tropea
Passata di pomodoro (400gr per 6 persone)
Pomodorini freschi
Pasta integrale (500gr di penne o spaghetti per 6 persone)

PREPARAZIONE della pasta con la nduja

Procuratevi per prima cosa un bel pezzo di nduja calabrese DOC: solo così saranno garantiti i sapori originali della ricetta e quelle note che tanto ricordano le terre del sud.

In una padella antiaderente versate un po' di olio extra vergine di oliva e fatelo scaldare, nel frattempo tagliate a fettine sottili una cipolla di Tropea e mettetela a rosolare per qualche minuto, fino a che non diventa croccante e ben dorata. Una volta che la cipolla sarà cotta aggiungete la nduja a pezzetti: ricordate che più ne metterete più il sugo risulterà piccante, quindi decidete voi fino a che punto spingervi!
Fate cuocere a fiamma bassa il tutto per qualche minuto, quindi aggiungete della passata di pomodoro (circa 400 gr per una dose da sei persone) ed alzate la fiamma per qualche minuto, in modo da far evaporare l'acqua presente nella passata. A questo punto riabbassate il fuoco e lasciate cuocere il condimento per circa una decina di minuti, in modo che tutti gli ingredienti si amalgamino bene fra loro e si insaporiscano.
Ed ecco qui il tocco personale: io amo follemente i pomodorini e li aggiungerei in qualsiasi ricetta, per questo motivo, anche la versione classica della pasta con la nduja è stata da me rivisitata per aggiungere questo ulteriore profumo. Prendete dei pomodorini freschi di piccole dimensioni, lavateli, tagliateli a metà ed eliminate la polpa interna e i semi. Lasciateli a sgocciolare in uno scolapasta ...e nel frattempo preparate la pasta.

Preparate una pentola piena d'acqua e salate. Mentre l'acqua arriva a bollore, pesate circa 500 gr di penne o spaghetti, preferendo la versione integrale, che meglio si sposa con le ricette con la nduja e che meglio trattiene il sugo.
Una volta che l'acqua è pronta, buttate la pasta e scolatela al dente.

Versate la pasta al dente appena scolata nella padella in cui c'è il sugo e fate cuocere per un paio di minuti, in modo che tutti i sapori vengano assorbiti dalla pasta. Vi ricordate dei pomodorini freschi che prima abbiamo lavato e fatto asciugare? Ecco, ora è giunto il loro momento: impiattate la pasta con il sugo e mettete in ogni piatto i pomodorini tagliati a metà a crudo. In questo modo il piatto risulterà più fresco e con una nota croccante.

Vi è rimasta della nduja e non sapete come cucinarla?

Potete preparare un gustoso antipasto, per completare la vostra cena a base di sapori delle terre calabresi.
Procuratevi un bel filone di pane fresco e tagliatelo a fette: fatele abbrustolire in modo da poter preparare delle bruschette.
Spalmate quindi su ognuna una porzione abbondante di nduja e disponete il vostro antipasto su un piatto tondo.
Servite quindi le bruschette intanto che cuocete la pasta e, una volta pronta, potrete sorprendere i vostri ospiti con la ricetta appena illustrata.

Accompagnate il pasto con uno dei tanti vini rossi calabresi: gli invitati saranno completamente avvolti dai profumi straordinari della Calabria e rimarranno inebriati dalle note forti del peperoncino presente nell'insaccato. L'effetto afrodisiaco è assicurato e chissà che non vi trasformiate in un Cupido per qualcuno dei vostri amici!